12
feb
11

Il lato positivo dei bias congnitivi

the upside of irrationalityIn “Prevedibilmente irrazionale” (2008), Ariely ha esplorato le ragioni per cui gli esseri umani spesso mettono da parte la razionalità e come questo comportamento generi poi effetti negativi o indesiderati. Qui, in questo altrettanto divertente e intelligente libro “The Upside of Irrationality”, Ariely ci mostra l’altro lato della medaglia dell’irrazionalità: risultati positivi e piacevoli sorprese che spesso derivano proprio da comportamenti irrazionali. Ariely è uno scrittore coinvolgente ed efficace e divertente, spiegando con racconti un comportamento irrazionale si è lontani da inutili terminologie tecniche.
Ci sono diversi importanti concetti che egli esplora in questo libro.
- Perché cospicui bonus rendono gli amministratori delegati meno produttivi ed efficaci?
- Come confondere gli indirizzi e obiettivi può effettivamente aiutarci?
- Perché la vendetta è così importante per noi?
- Perché c’è una grande differenza tra quello che pensiamo ci renderà felici e ciò che realmente ci rende felici?
Un caso che mi ha divertito e fatto riflettere su ciò che genera il nostro innato desiderio di vendetta. Per illustrare questo punto, ha raccontato la sua sfortunata esperienza con l’acquisto di un’automobile Audi. Capita a tutti di sentirci impotenti di fronte ad una grande azienda con procedure rigide regole precise. Nel racconto si percepisce il suo senso di oltraggio nei confronti di Audi, ma si sente anche che lui è sicuro di ottenere un specie di vendetta dicendo a quale pessimo livello sia il loro servizio clienti. Io stesso non posso vantare esperienze positive con questo marchio così come con Fiat, ma se mi basassi solo sulla storia, prenderei difficilmente in considerazione l’acquisto di un Audi. Credo che oggi i social media abbiano  dato al consumatore medio un modo per comunicare le sue cattive esperienze e la possibilità di influire sul comportamento delle aziende ma, come egli sottolinea nel libro, la vendetta è una vana vittoria in quanto non ci risolve il danno.
Ci sono numerosi altri concetti che coinvolgono un comportamento irrazionale che egli esplora. Una è la nostra tendenza a prendere decisioni rapide sotto l’influenza di emozioni e quindi continuare a prendere decisioni che siano coerenti con le decisioni basate sullo stesso piano emotivo, anche molto tempo dopo che le sensazioni emotive sono sbiadite.
Leggendo questo libro vi darà una migliore comprensione del comportamento umano. Il libro è molto facile da leggere. E ‘scritto in uno stile assolutamente colloquiale basato su esemplificazioni pratiche. Dan ha il dono raro di prendere una materia complessa e di presentarla in facile per capire i concetti.
Qui Ariely ci mostra l’altro lato della medaglia dell’irrazionalità: risultati positivi e piacevoli sorprese che spesso derivano o sono frutto del comportamento irrazionale.
Anche questo piccolo libro apre un varco in un tema affrontato principalmente in riferimento agli effetti negativi derivanti da comportamenti irrazionali. Tali analisi si basano troppo spesso sull’analisi del comportamento in condizioni “preparate” ad arte per dimostrare la negatività del comportamento umano. In questo libro si esamina invece come i meccanismi del comportamento, frutto di migliaia di anni di adattamenti evolutivi, siano in fondo soluzioni molto efficaci e più efficienti delle scelte razioni, figlie di una razionalità dell’ex-post o si potrebbe dire del senno di poi.

About these ads

0 Responses to “Il lato positivo dei bias congnitivi”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Time is real? I think not

febbraio: 2011
L M M G V S D
« dic   giu »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Unisciti agli altri 15 follower

Latest Tweets


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: