28
Mag
20

La leadership “agile”, incontro con il Generale di Divisione Aerea Fernando Giancotti

Management

Diapositiva1Diapositiva2Per i sistemi complessi la leadership deve essere “agile”

Di Enrico Viceconte

  • Fernando Giancotti e Yakov Shaharabani, Leadership agile nella complessità. Organizzazioni, Stormi da combattimento, Guerini e Associati 2008

Il libro che segnalo, di Fernando Giancotti e Yakov Shaharabani, costituisce un caso a sé nella letteratura manageriale e ci consente di ritornare sul tema  dell’utilità, per creare nuovi framework,  dello studio interdisciplinare che attraversa domini di conoscenza molto diversi. Nell’ultimo “snodo organizzativo”, intitolato “Agilità e antifragilità: le società ipermoderne possono apprendere dalla culture arcaiche?” abbiamo conosciuto i best seller internazionali dell’antropologo Diamond e dello statistico Taleb che ci invitano a prendere coscienza e ad approfittare – anche nel business management – di un’originaria saggezza derivante dall’adattamento del nostro “hardware” alle condizioni difficili della vita primitiva. Su quell’arcaica, preistorica saggezza “cablata” in noi, frutto del lento meccanismo di…

View original post 1.461 altre parole

01
Mag
20

Battle Strategy and Terrain Complexity (TERCOM)

Quantitative Complexity Management

chuanchai-pundej-0imZsFe41zM-unsplash

Citing Wikipedia: “An advantage of terrain occurs when military personnel gain an advantage over an enemy utilizing, or simply in spite of, the terrain around them. The term does not exclusively apply to battles, and can be used more generally regarding entire campaigns or theaters of war. Mountains, for example, can block off certain areas, making it unnecessary to station troops within the inaccessible area. This deployment strategy can be applied with other formidable environmental features as well, such as forests and mountains. In the former instance, vegetation can provide concealment for tactical movements such as setting up an ambush. In the latter, the elevation can provide an advantage to soldiers using projectile weapons. Elevation itself is perhaps the most well-known example of terrain advantage, with gravity working to the advantage of the more elevated party.

This short blog has the intent of illustrating how with QCM technology it is possible to measure the complexity of terrain. Such…

View original post 323 altre parole

25
Apr
20

IL DELITTO DEL CERVELLO

Andrea LavazzaLuca Sammicheli

L’immagine di uomo adottata dal diritto, quella cioè di persona libera, razionale, consapevole e padrona delle proprie azioni, viene oggi messa radicalmente in discussione dalla ricerca neuroscientifica. Dagli studi più recenti emerge che certe emozioni hanno spesso il sopravvento sulla ragione, che a nostra insaputa siamo condizionati dalle circostanze e che il nostro io è meno solido di quanto pensiamo. La genetica e le neuroscienze sembrano dunque costringere l’ordinamento giuridico a tornare su alcuni suoi quesiti centrali: l’agire criminale è da ritenersi normalmente libero, frutto di un’intenzione consapevole del soggetto? Ha senso punire chi è “determinato” all’aggressività? Si moltiplicheranno le assoluzioni grazie agli esami cerebrali dell’imputato? Gli psicopatici dovranno essere “scusati” a motivo del loro (presunto) deficit di empatia? Temi tipici delle aule di giustizia, ma fondamentali anche nella concezione generale dell’essere umano; temi che sotto la pressione delle scienze cognitive da più parti si propone di ridefinire, come è già accaduto in alcune discusse sentenze. Andrea Lavazza e Luca Sammicheli offrono la prima panoramica unitaria e ragionata delle ricadute giuridiche, filosofiche e sociali di tali complesse questioni.
Con una conclusione che non necessariamente vede il cervello “uccidere” mente e diritto.

Come le neuroscienze sfidano alcuni concetti chiave del diritto (e della nostra vita): razionalità, libertà, colpa e punizione.

L’emergere di una prospettiva che può riformulare il nostro modo di considerarci esseri umani.

In un senso siamo certamente uguali, tutti membri della specie Homo sapiens sapiens, e in un altro senso, noto e banale, siamo diversi l’uno dall’altro per gusti, percorsi di vita, scelte, valori. […] Ma forse oggi scopriamo che siamo irrimediabilmente diversi in dotazioni naturali, che la lotteria genetica ha un ruolo più importante di quello che pensavamo.

25
Apr
20

LA GUERRA DEI MONDI

Andrea LavazzaMassimo Marraffa

Siamo per lo più in controllo delle nostre azioni e del nostro ambiente.
Falso: prevalgono i processi automatici e inconsci, e i comportamenti sono spesso innescati da stimoli di cui siamo inconsapevoli.

Godiamo della libertà di indirizzare le nostre scelte, tranne che in rari casi.
No, il libero arbitrio come lo pensiamo di solito potrebbe non esistere.

Siamo caratterizzati da una razionalità e una soggettività forti.
Falso: spesso cadiamo in moltissime incoerenze, e il nostro io è disunito e fragile, molto più di quanto crediamo…

La scienza contemporanea è spesso contro-intuitiva: in ogni disciplina processi sorprendenti e “incomprensibili” sono all’ordine del giorno. Ma quando la scienza si occupa di noi stessi i risultati sono ancora più difficili da accettare, dal momento che, secondo il cosiddetto senso comune, crediamo di conoscerci molto bene. In La guerra dei mondi, Lavazza e Marraffa offrono un approccio inedito all’immagine che abbiamo di noi stessi, in un dialogo costante tra cultura umanistica e scientifica.

25
Apr
20

I TRUCCHI DELLA MENTE

Di Sandra BlakesleeStephen L. MacknikSusana Martinez-Conde

Cosa spinge due neuroscienziati a confrontarsi con oggetti che svaniscono nel nulla, cucchiai che si piegano e donne segate a metà, e a presentare il proprio spettacolo di illusionismo davanti alla prestigiosa platea del Magic Castle di Hollywood? Nulla più della passione per il proprio lavoro, e la consapevolezza che le scienze della mente e la magia condividono l’interesse per il funzionamento del cervello, e soprattutto per la sua manipolazione. Sul palco, in effetti, gli illusionisti eseguono veri e propri esperimenti scientifici, talvolta più efficaci di quelli condotti in laboratorio. E quando capiremo come i prestigiatori “manovrano” il nostro cervello, sapremo anche come gli stessi trucchi cognitivi agiscono nelle campagne pubblicitarie, negli affari e nelle relazioni interpersonali. Mettetevi comodi, allora, perché I trucchi della mente è la storia del più grande spettacolo di magia al mondo: quello che avviene proprio ora nel vostro cervello.

I trucchi della mente non cambierà solo il vostro modo di pensare all’illusionismo e a David Copperfield. Cambierà il modo in cui pensate alla mente.

Magia e neuroscienze: una combinazione perfetta. Sembra proprio il libro che tutti noi stavamo aspettando. Steven Pinker

25
Apr
20

Effetto Covid, anche per CRISPR

I laboratori non si sono fermati, ma l’agenda di alcuni dei più importanti è stata aggiornata in chiave anti-pandemica. I due luoghi simbolo della tecnologia, Berkeley e Broad Institute, in particolare, si sono reinventati in parte come laboratori di analisi per Sars-Cov2. Diversi gruppi di ricerca hanno sviluppato test rapidi (non solo Sherlock e Detectr di cui abbiamo già riferito, c’è anche questo paper che non avevamo segnalato) e si studiano nuove strategie antivirali, anche con il contributo di CRISPR.

31
Ago
19

The impact of EU intervention on political parties’ politicisation of Europe following the financial crisis

Abstract

This article examines the effect of the financial crisis and economic intervention by the European Union on political parties’ politicisation of the EU within national elections. Data from the Manifesto Project for elections between 2002 and 2017 in 12 Eurozone countries is used to assess how the crisis and intervention altered the saliency, position and clarity of parties’ EU policies. The analysis shows that the crisis only led to an increase in EU saliency in those states not subjected to intervention whilst intervention is actually associated with a decrease in the saliency of the EU. In terms of increasing Euroscepticism, intervention appears to exhibit a greater effect than the crisis although the results display marked asymmetry between different parties on the left and right. The same is observed to be the case for the level of blurring that parties are engaged in to mask their EU positions. The implications of the findings suggest that economic intervention within the EU has negatively impacted democracy in intervened-in member states by reducing the manoeuvrability of parties to provide voters with clear choices on the direction of European integration.

https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/01402382.2019.1641779




Time is real? I think not

maggio: 2020
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Commenti recenti

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 1.155 follower

Latest Tweets


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: