05
Feb
16

Nudge, la politica ‘sexy’ che punta a migliorare il mondo. Con gentilezza

See on Scoop.itBounded Rationality and Beyond

Difficile pensare che la mosca disegnata al centro di un orinatoio rappresenti l’ultima frontiera del policy making, ma è così. Nei bagni pubblici di Schipholl, l’aeroporto di Amsterdam, serve a indirizzare il flusso di urina attirando l’attenzione degli utenti che, divertiti, istintivamente “mirano”: funziona meglio di ogni appello alla pulizia. Voilà un esempio classico – ed estremo – di nudge, ovvero “spinta gentile”: promuovere una buona pratica con un semplice stratagemma.

Dalle mosche agli elefanti: è la copertina di Nudge, la spinta gentile, in cui un pachiderma spinge dolcemente con la proboscide un suo simile. Questo best seller del 2008 (che si apre proprio con l’esempio degli orinatoi) ha inaugurato la teoria e introdotto alla Casa Bianca uno dei due autori, Cass R. Sunstein: nel 2009 è stato scelto da Obama per partecipare alle attività di governo del primo mandato.

Ti manipolo per il tuo bene

Ma di che si tratta esattamente? Che cosa sono questi nudge? Sono la conseguenza strategico-politica della diffusione in ambito accademico dei “behavioral studies”, gli studi comportamentali che fondono economia e psicologia, e che studiano i meccanismi delle scelte e gli automatismi mentali alla base di ogni azione, soprattutto quelle automatiche.

Questi studi dimostrano che tutti noi sopravvalutiamo la nostra razionalità: in realtà, ci muoviamo nel mondo spinti da istinti, abitudini, semplificazioni mentali e influenze sociali. Molti di questi meccanismi sono però prevedibili (come sanno benissimo gli esperti di marketing e pubblicità), e possono essere sfruttati per “spingere gentilmente” verso comportamenti intelligenti e pro-sociali. Ed ecco i nudge, stratagemmi psicologici usati per incoraggiare a donare il sangue, fare la raccolta differenziata, pagare le tasse, iscriversi a un fondo pensionistico, mangiare sano, risparmiare energia… Insomma il nudge è un marketing virtuoso.Cos’hanno in comune una mosca ad Amsterdam e Barack Obama? Hanno entrambi a che vedere con il nudge, il ‘marketing virtuoso’ che piace ai politici 

See on gqitalia.it



Time is real? I think not

febbraio: 2016
L M M G V S D
« Gen   Mar »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
29  

Commenti recenti

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 833 follower

Latest Tweets

Alessandro Cerboni


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: