06
Giu
16

Il Neuromarketing applicato alla politica – Neureka

See on Scoop.itBounded Rationality and Beyond

Il Neuromarketing applicato alla politica
Per quanto ci si possa sforzare di analizzare razionalmente i candidati, valutarli, così da scegliere il migliore, il voto sembra influenzato più dalle caratteristiche fisiche e comportamentali del candidato. Tali influenze sono legate a scorciatoie mentali utilizzate che utilizziamo per prendere decisioni. Secondo diversi studi infatti, spesso sono caratteristiche apparentemente superficiali e giudizi immediati ad influenzare le decisioni degli elettori. Le tre I degli elettori Daniel Oppenheimer, co-autore di ‘Democracy Despite Itself’, sostiene che ci sono tre ‘I’ che uniscono gli elettori: ignoranza, irrazionalità e incompetenza. Egli afferma che, come votanti, non riflettiamo sulle nostre convinzioni cardinali per poi cercare il candidato che meglio le soddisfa, piuttosto facciamo spesso il contrario: scegliamo il candidato che ci piace, sulla base di indizi molto soggettivi e superficiali, e, successivamente, plasmiamo le nostre convinzioni per soddisfare le nostre preferenze. La maggior parte delle persone non ha un’idea chiara dell’opinione dei candidati su molte questioni; ciò sta a significare che la corrispondenza degli ideali decantata non è spesso reale quanto supposta. Con questo non si vuole denunciare che i processi euristici di decisione sono necessariamente sbagliati, anzi, spesso portano a buoni esiti e sono espressione di un vantaggio evolutivo conquistato. ‘Solo che a volte non lo sono’ dice Oppenheimer.

See on neureka.it



Time is real? I think not

giugno: 2016
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Commenti recenti

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 833 follower

Latest Tweets

Alessandro Cerboni


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: