07
Lug
16

Le insidie della complessità e l’ansia del controllo totale

See on Scoop.itBounded Rationality and Beyond

Le insidie della complessità e l’ansia del controllo totale. Nel 2005 uscì un articolo che fece molto scalpore, il titolo era già un proclama ‘Why most Published Research Findings are false’ né più né meno ‘Perché la maggior parte dei risultati scientifici pubblicati sono falsi’1 . La rivista era delle più prestigiose e John Ioannidis, statistico greco di stanza a Stanford, uno scienziato di chiara fama. Ioannidis non usava ipotesi moralistico-consolatorie (molto in voga negli Stati Uniti) come “E’ la smania di successo di alcuni scienziati che li porta a falsificare i dati”, ma individuava la fallacia di gran parte della ricerca scientifica in semplici considerazioni statistiche. Il furioso dibattito che seguì alla pubblicazione ebbe termine con il riconoscimento della effettiva mancanza di ripetibilità della ricerca (soprattutto in biomedicina). Grandi agenzie di finanziamento come l’NIH (National Institutes of Health, l’agenzia di ricerca biomedica americana che è di gran lunga il maggior erogatore di fondi) inserirono standard molto severi sulla congruità statistica dei risultati e Nature (insieme a Science la rivista scientifica più di tendenza) ha recentemente pubblicato un intero numero sul problema della mancanza di ripetibilità dei risultati della ricerca di base in biomedicina2 .

See on researchgate.net



Time is real? I think not

luglio: 2016
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Commenti recenti

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 833 follower

Latest Tweets

Alessandro Cerboni


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: